intreccci

INTRECCI

Il progetto Intrecci è finanziato dalla Compagnia di San Paolo, partner sono Auser Tigullio, Aima Tigullio e la cooperativa Il sentiero di Arianna.

Target principale delle azioni proposte dal progetto saranno gli anziani e le loro famiglie.

Le diverse azioni intervengono sulle aree di supporto, orientamento e accompagnamento sociale a favore della domiciliarità e invecchiamento attivo.
Il progetto vuole porre i servizi e le proposte già attive sul territorio al centro di un’azione di promozione, di migliore strutturazione che garantisca ad un numero maggiore di cittadini di potervi realmente accedere. Questo anche per far sì che vi sia un ricorso minore a strutture pubbliche/private di tipo residenziale con un minor costo per la collettività e, appunto, una migliore qualità di vita della persona.

Sportelli territoriali e hot spot informativi
Gli sportelli sono un luogo dove poter conoscere i servizi presenti nel territorio: un’agenzia sociale a cui le persone possono fare riferimento per ottenere un supporto nella gestione di problematiche legate al caring, alla terza età e all’invecchiamento attivo.
Si punta all’integrazione dei servizi e al potenziamento del lavoro di rete con i soggetti della comunità locale.
Agli sportelli si uniscono due Hotspot informativi attivati nel Distretto sociosanitario n. 14 (Comune di Rapallo, comune capofila) nell’ambito del progetto Interventi di Comunità. Questi saranno punti informativi rispetto ai servizi e ai progetti attivi sul territorio

Condomini solidali
L’obiettivo è la maggior diffusione del servizio di Custode. Figura che potrebbe connotarsi anche come una “sentinella” che, garantendo un monitoraggio territoriale, assicura un passaggio di informazioni nei due fronti: verso gli anziani e verso i servizi
Beneficiari: n. 3 condomini ad alta percentuale di anziani residenti nelle zone tra Rapallo e Sestri Levante. Si stima in n. 20 gli anziani che potranno beneficiare del progetto.
Il Custode nel suo operare all’interno del Condominio può stimolare l’organizzazione di piccoli “eventi” che favoriscano la socializzazione tra gli abitanti dello stesso o con il vicinato

Caffè Alzheimer
L’attività è rivolta a familiari con persone affette da Alzheimer al fine di sostenerle nella gestione del carico emotivo e di fatica che la cura del proprio familiare comporta.

Stimolazione Cognitiva
Gli incontri hanno cadenza settimanale della durata di un’ora e mezza per un periodo di circa 8 mesi.
Si svolgono a Chiavari e a San Salvatore di Cogorno.

Musicoterapia per caregivers
L’attività di cura genera un livello di stress e fatica psico-emotivi. La proposta, sempre in un’ottica di servizio diffuso, è quella di attivare un percorso sperimentale che, attraverso l’impiego di musicoterapisti, possa garantire un momento di benessere alle persone coinvolte al fine di abbassare sul lungo periodo i livelli di stress.
Beneficiari: l’attività è rivolta ad un massimo di n. 15 familiari impegnati in attività di cura di anziani e/o disabili.

Share